In ottemperanza alle indicazioni della riforma “La Buona scuola” il Liceo Vida ha portato a regime il lavoro già impostato da anni sul tema “alternanza scuola-lavoro” (ASL).

Il progetto strutturato dal Liceo prevede la seguente partizione indicativa: 70 ore da svolgere durante il terzo anno, 70 ore durante il quarto e le restanti 60 ore da svolgere in un periodo a discrezione dell’alunno prima della conclusione del quinto anno scolastico.

Il Consiglio di classe progetta lo svolgimento delle 70 ore annuali, del terzo e quarto anno, contemplando i momenti di formazione modulare sulle Competenze Comuni e delineando l’esperienza concreta-laboratoriale sulle competenze specifiche che coinvolgerà, in modo singolare, ogni componente della classe.

– 35/40 ore all’anno finalizzate a svolgere: corsi sulla sicurezza, corsi di orientamento alla scelta, corsi di conoscenza del mondo del lavoro, cicli di lezione (moduli) di avviamento all’ambito lavorativo di matrice economica-giuridica, corsi di avviamento all’ambito lavorativo con orientamento alla comunicazione e allo sport. Tali percorsi verranno svolti nelle settimane modulari o in momenti pensati appositamente per gli studenti. Tali ore avranno la finalità di sostenere gli studenti nella maturazione di Competenze Comuni.

– 35/40 ore circa, ogni anno, vengono svolte dall’alunno seguendo il progetto di ASL che coinvolge tutta la classe, pianificato dal consiglio di classe e dalle figure referenti dell’ASL. La peculiarità di questa seconda parte di ASL consiste nel realizzare attività esperienziali esterne legate ai momenti in aula frequentati. Tale monte ore viene realizzato in momenti pomeridiani infrasettimanali, nei week end o nel periodo estivo entro la conclusione dell’anno scolastico.

Le restanti 60 ore ogni alunno potrà raggiungerle scegliendo tra un ventaglio molto ampio di iniziative promosse dalla scuola a cui può aderire individualmente e possibilmente prima dell’inizio del quinto anno. Nel caso l’alunno sia desideroso di realizzare queste 60 ore in un contesto diverso da quelli proposti potrà sempre confrontarsi con i referenti dell’ASL e verificare la fattibilità dell’esperienza proposta.

La qualità del lavoro sarà garantita anche da collaborazioni significativa con: Informagiovani Cremona, LGest, Consorzio Mestieri, Università Cattolica di Cremona, Università di Pavia, Biblioteca del Seminario, Società Sportive del territorio cremonese e numerose cooperative sociali.

Il percorso svolto nel terzo anno, quello durante il quarto e l’esperienza individuale verranno valutate dall’ente ospitante, dall’alunno e dal tutor andando a comporre il materiale necessario al Consiglio di classe per valutare annualmente l’andamento dell’ASL e comporre poi la cartella che verrà consegnata in sede di esame di maturità. Il Collegio docenti ha deliberato che durante lo scrutinio di giugno del terzo e quarto anno la valutazione dell’esperienza di ASL avrà un peso determinante per il voto di condotta mentre in sede di scrutinio per l’ammissione all’esame di maturità l’intero percorso di ASL potrà contribuire all’attribuzione di un punteggio aggiuntivo di credito che varia da 0 a 3 punti, salvo indicazioni Ministeriali differenti, a seconda della qualità del lavoro svolto.

(cliccare) Abbinamento classe progetto ASL 2016/2017

Intervento Preside Balzarini alla trasmissione televisiva di Cremona1 sul tema ASL

IL COMITATO TECNICO SCIENTIFICO

Nel 2015 è iniziata l’esperienza del Comitato Tecnico Scientifico del Liceo Vida finalizzato ad accompagnare l’innovazione e la proposta didattica e formativa del Liceo Vida perché sia sempre maggiormente adeguato alle sfide culturali ed educative del nostro tempo. In particolare: – coltivare sinergie con il territorio (famiglie, società civile, università, mondo del lavoro, chiesa…) – Saper leggere le dinamiche culturali (locali e globali) in cui si collocano gli adolescenti e i giovani – Interpretare i cambiamenti per offrire proposte di qualità per la preparazione dei giovani di oggi – Suggerire progetti praticabili per incentivare le motivazioni allo studio, l’approfondimento culturale, l’orientamento universitario, la conoscenza del lavoro e delle professioni – Il Comitato si avvale della collaborazione di persone di spicco del mondo culturale, universitario, imprenditoriale, cooperativo, sportivo e didattico del nostro territorio